Il Master in Sport Business primo italiano nella classifica dei Corsi post universitari in Sport Management!

Il Master in Strategie per il Business dello Sport organizzato dal Gruppo Benetton in collaborazione con Ca’ Foscari Venezia e’ l’unico corso italiano nella classifica mondiale compilata dalla prestigiosa rivista Sport Business International.
All’ottavo posto in Europa, nei primi 10 come customer satisfaction.

E’ il Master In Strategie per il Business dello Sport, nato nel 2005 dalla collaborazione tra l’ateneo veneziano e VerdeSport, la holding sportiva del Gruppo Benetton, l’unico progetto italiano a comparire, al 12° posto, nella classifica dei migliori corsi post-lauream in Sport Management stilata da SBI, il magazine di riferimento nel settore dello sport business.

In un ranking mondiale dominato dai corsi anglosassoni, che vede al primo posto il MBA della americana Ohio University, si tratta di un prestigioso riconoscimento per il corso, che proprio da quest’anno e’ entrato a pieno titolo nel catalogo della Challenge School dell’Universita’ Ca’ Foscari, assumendo il titolo di Master Universitario di Primo Livello.

Il Master SBS e’ stato inoltre inserito nella classifica speciale che tiene conto della "customer satisfaction" degli studenti, arrivando al nono posto davanti all’International School del Real Madrid.

Un risultato che premia la qualita’ della didattica e la professionalita’ dell’organizzazione del Corso e che pone ormai da anni il Master tenuto a La Ghirada come un punto di riferimento nel mondo dello sport italiano e non solo.

Il Corso post lauream prevede 6 mesi di lezioni e testimonianze “full time” residenziali presso il centro sportivo del Gruppo Benetton e un periodo di tre mesi di stage in una delle circa cento realta’ del mondo sportivo Partner SBS (club sportivi, aziende, enti, leghe, federazioni, organizzatori di eventi)..

Il Master SBS vedrà’ a settembre 2012 (già’ aperte le iscrizioni, per tutte le informazioni visita la sezione di ammissione 2012) la partenza della sua 8° edizione, per la quale sono disponibili 35 posti per laureati provenienti da Universita’ italiane e estere.

Quest’anno sono 4 le Borse di Studio residenziali messe a disposizione dal Corso per altrettanti partecipanti.

La redazione web.

View text
  • #sport management #postgraduate sports course ranking #master in sport #sport business #master universitario #master universitario in sport
  • 2 anni fa

Ogni settimana due interviste ad ex studenti SBS, per scoprire dove sono arrivati i nostri Alumni

La sezione riservata alla Community Alumni SBS di questo sito si arricchisce, e diventerà lo spazio web per condividere le esperienze nel mondo lavorativo delle 204 persone che dal 2005 si sono diplomate al Master SBS. Di settimana in settimana saranno intervistati coloro che dopo l’esperienza formativa targata SBS sono entrati nel mondo del lavoro, interfacciandosi con una realtà, come quella sportiva, colma di peculiarità. 
Questo appuntamento, che si appresta ad essere una rubrica fissa del sito SBS, a cadenza settimanale, proporrà interviste a due ex studenti/studentesse di volta in volta.
Si parte con Fabio Iori, della III edizione (2007), attualmente occupato nell’Ufficio Marketing e Commerciale del Parma Fc, e con Alessandro Carraro, “masterino” della I edizione (2005), che ora lavora a Mestre (Ve), nella direzione operativa di Umana S.p.A.   

I contributi li troverete cliccando nell’area "Alumni" del menù di questo sito su “Esperienze in Azienda”.

View text
  • #alumni sbs #parma calcio #marketing sport #sport management #parma fc #interviste studenti #sport system #la ghirada
  • 2 anni fa

Conversazioni tra Sport & Business: Manuela Di Centa intervistata dal Master SBS

Manuela Di Centa ha contribuito alla realizzazione del libro “Strategie per il Business dello Sport”, libro edito da Libreria dello Sport, scritto da docenti e grandi sportivi vicini al progetto di Verde Sport e Università Ca’ Foscari. L’olimpionica (plurimedagliata), membro del CIO, e diplomata honoris causa SBS, nel volume di 283 pagine, riflette sui problemi dello sport moderno al quale servirebbe un “ammodernamento” partendo dai suoi primi passi…

Ecco in esclusiva per il sito del Master la prima parte del suo racconto.

Come nasce un campione

Un piccolissimo paese del Friuli Venezia Giulia, in mezzo alle montagne, e una bambina che si scopre innamorata di uno sport, lo sci di fondo, indubbiamente in quegli anni non molto diffuso tra le donne, tantomeno tra le bambine. Una famiglia normalissima, con un papà educatore, maestro di sci e allenatore, e una società sportiva, la Aldo Moro di Paluzza. Ho così iniziato, con altri ragazzi, a sciare divertendomi nel fare la cosa più normale in un ambiente naturale come quello delle montagne della Carnia: camminare e correre con gli sci ai piedi. E’ stato l’inizio di un percorso nato e vissuto con un grande entusiasmo, con una gran voglia di fare quello che mi faceva star bene con gli altri e che mi dava l’occasione di conoscere, scoprire e imparare qualcosa in più ogni giorno.

Le esperienze di vita sportiva da me vissute sono, infatti, le medaglie più belle che ho portato a casa, perché è vero che ho vinto quattordici medaglie, ma è soprattutto vero che queste hanno segnato la mia storia negli anni regalandomi quella ricchezza interiore che vale per la vita e che rappresenta un fondamentale bagaglio di cultura.

La partecipazione degli atleti all’organizzazione dello sport

Quando, alcuni anni fa, il mio impegno agonistico stava per concludersi, ho cominciato a fare delle riflessioni su alcuni problemi.

Da ex atleta devo dire che al mondo dello sport, e in particolare a quello italiano, sarebbe servito, molti anni fa, come sintomo di un reale ammodernamento, esprimere qualcosa di diverso, sia sul piano dirigenziale, sia sotto il profilo della democrazia, della rappresentanza, della pari dignità.

Va tuttavia riconosciuto che molte cose sono cambiate e sono felice che ad esempio le ragazze abbiano conquistato traguardi importanti anche nello sport. Ma se i diritti si acquisiscono con fatica, molto più facilmente si perdono perché niente è mai scontato. 

Un atleta, e in particolare un grande campione, non è colui o colei che vince una medaglia, ma colui o colei che riesce a trasferire nelle cose della vita la forza e le capacità razionali che provengono dallo sport. Un grande campione è testimonianza di un grande impegno ed è senza alcun dubbio portatore di valori quando sul campo di gara ha rispetto degli avversari e si batte correttamente con la forza e la tecnica conseguita nella preparazione. E’ un esempio positivo. In Italia, anche su questo piano, per fortuna qualcosa è cambiato: abbiamo oggi una legge, forse la migliore al mondo, per quanto riguarda i diritti/doveri degli atleti che riserva ad una buona parte di coloro che stanno ancora gareggiando o hanno appena finito, il diritto di partecipare a tutto quello che è l’organizzazione dello sport italiano. Nel CONI centrale, nei Regionali e provinciali, nelle Federazioni Sportive, a tutti i livelli delle Società sportive, al momento del rinnovo delle cariche il 20 per cento di rappresentanti è riservato a questi atleti. E, rispetto al passato, questo è un grande passo avanti sul terreno della democrazia partecipata e della trasparenza.

Tutto questo non è ci è stato regalato, poiché è frutto del grande impegno di alcuni atleti in campo internazionale e della loro acquisita consapevolezza che, se il mondo dello sport vuole essere protagonista della evoluzione dello sport, la sua struttura organizzativa deve essere trasparente e totale, dove totale vuol dire, appunto, rappresentativa anche degli atleti. 

Continua…

Per acquistare il libro “Strategie per il Business dello Sport” vai sul sito di Libreria dello Sport, attualmente è in offerta con il 15% di sconto.

View text
  • #sport management #Sport Business #libro sbs #libreria dello sport #master sbs #sbs #cio #ca' foscari #federazioni sportive #new media
  • 2 anni fa

Completa la tua tesi a La Ghirada, alla Biblioteca Stefano Benetton

Ospiti due/tre giorni a La Ghirada? Quest’anno è possibile.
Gli interessati potranno trascorrere un paio di giorni nel Centro Sportivo dove si tiene da 7 anni il Master SBS.
La Biblioteca Stefano Benetton infatti, vuole spingere i giovani a consultare il proprio patrimonio librario, esclusivamente formato da volumi di argomento sportivo e da tesi di laurea (sono più di 1200).

Potrebbe essere una grande occasione, specialmente per i laureandi, coloro che hanno bisogno di completare e arricchire la propria tesi di laurea per poi concorrere al premio “Stefano Benetton”.
Basterà inviare all’indirizzo specificato in coda a questa news: una lettera di presentazione del relatore di tesi che indichi specificatamente le ragioni per le quali è avanzata la richiesta; se accettata, compatibilmente con le capacità ricettive nel periodo prescelto, al candidato sarà offerto gratuitamente:

1)      Soggiorno per una/due notti presso la Foresteria;

2)      Ospitalità completa al ristorante de La Ghirada;

3)      Piena disponibilità della Biblioteca;

4)      Disponibilità ad organizzare incontri sia con i responsabili della gestione di Verde Sport che con tecnici e dirigenti delle società sportive;

5)      Opportunità di assistere come uditore ad una lezione del Master SBS;

6)      Possibilità di assistere agli allenamenti e ad eventuali eventi agonistici al Palaverde.

Per  ragioni organizzative sarà data la precedenza ai laureandi che intendano approfondire nella loro tesi argomenti connessi a discipline e attività collegate alla realtà Benetton, al Master SBS o alle iniziative di Primosport 0246.

La domanda va indirizzata a:

Direzione Verde Sport Spa

Strada del Nascimben 1/B

31100 Treviso

View text
  • #premio benetton #verde sport #biblioteca stefano benetton #sbs #la ghirada #foresteria ghirada #treviso sport #sport management #corso sport management #generali sport #tesi laurea #concorso tesi sport #concorso tesi
  • 2 anni fa

Il Master SBS a quota 100 partner

Nuovo anno e nuovi partner che sposano il progetto SBS. Sempre più tra aziende, agenzie, società sportive si sono avvicinate al Master SBS in questi ultimi anni; il Corso di sport management che si svolge da 7 anni (per 7 edizioni) a La Ghirada ha raggiunto così quota 100 partner.

Un traguardo tagliato grazie alle new entry: coloro che da inizio 2012 hanno abbracciato il mondo della formazione connessa allo sport. Si tratta di Compass, Dolce&Gabbana Milano Thunder, Mondo, Raduni Sportivi e Suisse Gas.

Queste realtà entrano così a far parte di un progetto di ampio respiro nel mondo sportivo, al centro del quale ci sono gli studenti della corrente edizione, impegnati proprio in questo periodo nell’esperienza di stage, e da più di 200 diplomati che compongono la Community Alumni SBS. 

Di seguito in ordine alfabetico una lista dei nuovi partner e una breve descrizione della loro attività, specificata nella scheda a loro dedicata nella sezione partner. 

Compass – Agenzia di comunicazione che al suo interno ha una divisione specializzata nel marketing sportivo: Insport.

Dolce & Gabbana Milano Thunder – La squadra di boxe, che in rappresentanza del pugilato italiano partecipa alle World Series of Boxing.

Mondo – Gruppo leader nel settore della pavimentazione sportiva, dei palloni e dei giocattoli. Fornitore delle Olimpiadi di Londra 2012 (in foto la giornata in cui il management di Mondo ha fatto lezione al Master SBS).

Raduni Sportivi – Agenzia che organizza eventi sportivi tra i quali la Beach Volley Marathon di Bibione (Ve).

Suisse Gas – Grossista di gas naturale già vicino al mondo dello sport con la sponsorizzazione di F.C. Internazionale, Atalanta B.C., ed eventi quali l’All Star Game 2012 di basket.


View text
  • #partner sbs #sbs #master sbs #suisse gas master #suissegas #sport management #milano thunder #dolce & gabbana #mondo sport #mondo #community alumni sbs #alumni sbs #formazione sport #formazione sportiva #sport business #beach volley marathon #beach volley
  • 2 anni fa

Expo Run a La Ghirada, un successo anche per i convegni a margine dell’evento organizzati in collaborazione con il Master SBS

Durante il weekend, con gli studenti del Master SBS a Toronto, La Ghirada è stato teatro degli eventi a corollario della 9° edizione della Treviso Marathon. Il villaggio della maratona, l’Expo Run, è stato allestito nelle palestre del centro sportivo trevigiano ed ha coinvolto oltre ai partecipanti che ritiravano il proprio pacco gara, anche i vari sponsor dell’evento. Una festa durata un weekend intero culminata lungo i 42 km da Vittorio Veneto al capoluogo della Marca.
La Treviso Marathon ha coinvolto tantissime persone: decine di migliaia ai lati della strada, tremila iscritti, il dieci per cento dei quali pattinatori, che hanno consacrato Treviso come una delle grandi maratone d’Italia.

Grazie alla partnership con il Master SBSDvenerdì e sabato sono stati organizzati due interessanti convegni che hanno posto l’attenzione sul running (il primo) e sui disabili (il secondo).

Venerdì nella Sala Convegni de La Ghirada si è tenuto “Da oggi corro anch’io”, incontro moderato da Simone Fregonese riservato ai runners e a coloro che hanno intenzione di avvicinarsi a questa disciplina con interessanti spunti e contenuti offerti dai relatori che sono stati: il Prof. Guido Fumagalli (Università di Verona, coordinatore scientifico progetto Primo Sport 0246), il Dott. Filippo Ongaro (esperto in nutrigenomica e medicina anti-aging del Centro Ismerian di Treviso), l’esperto in coaching Fabio Padovan (segretario generale della Fondazione Zorzi), e Julia Jones, allenatrice e autrice di numerosi libri sull’approccio delle donne alla corsa.

Sabato invece è stata la volta di “Diversamente abili/Ugualmente atleti” convegno organizzato dall’Associazione Sport4Society all’insegna del legame tra sport e disabilità.  

View text
  • #treviso marathon #sbs #master sbs #running #sport management #running management
  • 2 anni fa

Diversamente abili…ugualmente atleti. Il 3 Marzo a La Ghirada un convegno su sport e disabili

A La Ghirada si parla anche di sport e disabilità: Sport 4 Society organizza il giorno 3 Marzo alle ore 10.00 il convegno Diversamente abili/Ugualmente Atleti, che sarà inserito nella prestigiosa cornice dell’Expo Run, una serie di appuntamenti a margine della IX° edizione di Treviso Marathon (in programma in città il 4 marzo 2012) che si svolgeranno a La Ghirada.

S4S invita alla riflessione ed al confronto sul tema dello sport come strumento di integrazione, contatto con il mondo e riconoscimento come cittadini per le persone con disabilità; il convegno, patrocinato dal Comitato Regionale del CONI, dalla Provincia di Treviso e dal CIP (Comitato Paralimpico Italiano) sarà moderato da Antonio Frigo (giornalista de La Tribuna di Treviso) e vedrà la partecipazione di Paolo Speranzon, Assessore Provinciale allo Sport, alle Politiche Sociali e all’Immigrazione della Provincia di Treviso.

“Lo Sport come strumento per consentire ai disabili di ripristinare il contatto con il mondo che li circonda ed ottenere il loro riconoscimento come cittadini” (L. Guttman, 1944)“Al fine di consentire alle persone con disabilità di partecipare su base di eguaglianza alle attivitàricreative e allo sport, è necessario incoraggiare la partecipazione più estesa possibile dellepersone con disabilità alle attività sportive e incoraggiare la messa a disposizione di mezzi diistruzione, formazione e risorse…”(Art. 30 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità del 2007).

Save the date:

DIVERSAMENTE ABILI / UGUALMENTE ATLETI
Sabato, 3 marzo 2012 – ore 10:00
La Ghirada – Sala A
Treviso
Per informazioni: 0423/80.40.71

http://sport4society.org/

http://www.trevisomarathon.it

View text
  • #trevisomarathon #expo run #coni #provincia di treviso #sport business #sport management #la tribuna #cip #disabili #sport disabili #master sport
  • 2 anni fa
x